LOVE

Doesn't Mean Anything

Image_edited.jpg

Been given love!

mother... knowing you'd never let

then acknowledge

there... as a mother, knowing

LOVE è un programma di elaborazione testuale generativo, scritto appositamente per generare composizioni poetiche in versi rielaborando i Tweet associati alla parola “Love”. I tweet aventi al loro interno la parola o l’hashtag “Love” vengono utilizzati dal programma allo scopo di produrre una struttura di cinque versi sciolti completamente prodotta da un sistema automatizzato.

Quando la composizione è pronta, una stampante termica posta al di sopra dello schermo stampa un biglietto rosa di 80X80mm contenete la stessa poesia, il processo si ripete ogni trenta secondi.

Il progetto tenta di far ragionare sulla decontestualizzazione e la “romanticizzazione” del testo, il suo rapporto con il social permette inoltre di catturare l’immagine istantanea e assolutamente contemporanea (Live) del pensiero collettivo riguardo un tema, pur non rinunciando all’enigmaticità e la provocazione di una macchina che per la prima volta assume e sostituisce il ruolo del poeta.

 

Thomas Bentivoglio, Milano, 2019