A.d'A.

OK_edited.jpg

A.d'A. è una serie di installazioni poetico-visive in corso d'opera. Ciascuno dei tre pezzi che compongono la collezione consiste in una poesia originale in versi sciolti che si dispiega su lunghe strisce di carta rosa. Le opere dialogano con lo spazio espositivo richiamando il contenuto poetico attraverso la modalità con cui abbracciano lo spazio circostante. Il contenuto testuale, seppur dedicato in ogni pezzo a temi specifici, rimanda spesso a riflessioni sui rapporti sociali, personali ed emotivi.  

Scopri di più.

IMG_8871.JPG
IMG_8876.JPG

I DUE FUNAMBOLI

Installazione poetica, stampa continua su carta termica, 80mm X 20m, 2020.

La stampa è avvolta su se stessa e appesa alla parete ad un'altezza di 2,5 metri. Questa è parzialmente srotolata e quotidianamente un nuovo pezzo viene rivelato, mentre il resto della stampa si riversa sul pavimento fino al suo esaurimento. 

OK_edited.jpg

DUE FUNAMBOLI SU UN NASTRO TESO / TRA UNA CHIESA E UN GIARDINO / E UNA CITTÀ SOTTO / CHE NON LI GUARDA. // UN GIORNO SO / CHE TI TAGLIERÒ VIA / E RESTERÒ APPESO / SU QUESTO BEL FILO ROSA. / FINALMENTO SOLO / CON LE MIE COSE IN TESTA / A GUARDARE GIÙ LE TUE / A RIMPIANGERE IN SILENZIO / L’ODORE DELLE PRIME STAGIONI / QUANDO ANCORA GUARDAVAMO IN BASSO. / MA ORA AVANZIAMO PIANO / SOPRA UNA CITTÀ CHE CI INGHIOTTE / E NON SE NE ACCORGE. // GUARDIAMO DRITTO / SAPENDO QUELLO CHE CI SIAMO FATTI A VICENDA. / COME ALTRO POTREMMO VIVERE INSIEME / SU DI UN NASTRO TESO / CHE SI CONSUMA?  

I DUE FUNAMBOLI

Leggi di più

OK_edited.jpg
OK.jpg

Installazione presso la Chiesa di San Carpoforo, Milano, Feb. 2020.

IL CREDO

Istallazione poetica, 5 stampe continue su carta termica, 80mm X 1m X 8m (circa), 2020.

Le cinque stampe che compongono l'opera sono installate secondo un verso di lettura ascendente. Il contenuto testuale è suddiviso nelle cinque strisce ed è parzialmente ripiegato su se stesso alla base, la lettura viene progressivamente sublimata dalla distanza crescente tra il testo e l'osservatore a terra.  

OK_edited.jpg

IL CREDO

Leggi di più

SEMPRE. DICO / E IO CI CREDO. / CREDO ALL'ATTESA DISUMANA, / AI CASI SENZA SPERANZA / E AI SEGNI / DI UN DESTINO SCENEGGIATO / PER UN PUBBLICO / CHE VUOLE IL POI. / / SEMPRE. DICO / E IO CI CREDO. / CREDO ALLE POESIE / SCRITTE IN UN'ORA / CREDO AI MIEI MIRACOLI / E ALLE MIE PROMESSE. / CREDO ALL'ALBA DEI BEI MOMENTI / GIOCATI SU UN PERSEMPRE. / SEMPRE. DICO / E IO CI CREDO. / / E RIPETO / MENTRE INTRECCIO / LA MIA CORONA DI CARTA / E MI FINGO PER LA MIA VIA / ACCOMPAGNATO DAL ROMBO LONTANO / DEL TRAFFICO CHE SI INFRANGE / COME MARE SULLA COSTA. / RIPETO E L'ASFALTO DIVENTA ERBA / SOTTO OGNI PASSO. / RIPETO E LA CITTA' / HA IL PROFUMO DEI FIORI. / SEMPRE. RIPETO, O MAI PIU'. / / CONFONDERSI CON DIO / ERA UN OTTIMO PASSATEMPO, / MA MORIRE PER I PECCATI DEGLI ALTRI / NON SI E' RIVELATO / UN GIOCO DIVERTENTE. 

VOLARE SENZA ALI

Installazione poetica, stampa continua su carta termica, 80mm X 66m, 2019.

L'installazione consiste in un unica stampa di sessantasei metri che si dispiega orizzontalmente, il pezzo è interamente sospeso ad un'altezza di 2,5m da terra e riporta per intero la poesia.  

OK_edited.jpg

VOLARE SENZA ALI

Leggi di più

UNA SPINTA / SUFFICENTEMENTE FORTE / APPLICATA AD UN CORPO / SUFFICENTEMENTE ADATTO / GENERA TURBOLENZE / CHE PERMETTONO A QUESTO / DI STACCARSI DAL SUOLO / E VOLARE. / / NASCOSTO DIETRO / UN BICCHIERE VUOTO / MI CHIEDO SE NON SAREBBE STATO MEGLIO / STARMENE SEDUTO SUL DIVANO / A GIOCARE CON LE LUCI / A SOPPORTARE I SEMAFORI ASINCRONI / A DORMIRE, POI / MA IMPOTENTE RIPASSO LA FISICA / MA LA SPINTA IRREVERSIBILE / MA IL CORPO INARRESTABILE / PERFETTO, POI. / / TENDI LE MANI / DUE METRI E MEZZO TRACCIANO LA DIFFERENZA TRA TE / E GLI ALTRI / CHE CON I PIEDI PER TERRA / GUARDANO PER ARIA / IL POETA DIVENTARE POESIA / IL CORPO DIVENTARE SANGUE / E IL PALLONCINO TORNARE FIATO / LIBERO. / / UNA SPINTA / SUFFICIENTEMENTE ADATTA / APPLICATA AD UN CORPO / SUFFICIENTEMENTE FORTE / GENERA TURBOLENZE / CHE PERMETTONO A QUESTO DI SOLLEVARSI DA SE' STESSO / DI STACCARSI DAL SUOLO / E VOLARE VIA. / / ARMATO DI PISTOLA SCARICA / PRENDO LA MIRA / DA SESSANTASEI VIRGOLA SESSANTASEI METRI / DI DISTANZA.  

Thomas Bentivoglio Milano, 2020